Giovanni De Santis

Dati personali

Informazioni ufficio

  • Telefono:
    0854537662 

Curriculum Vitae

Giugno 2020

 

 

GIOVANNI DE SANTIS

 

 

 

Indirizzo di lavoro:

 

Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali dell'Università degli studi "G. d´Annunzio" di Chieti-Pescara

Viale Pindaro, 42

65127 Pescara

e mail: giovanni.desantis@unich.it

avv.giovannidesantis@gmail.com

 

 

Titoli di studio

 

-           1988: Maturità scientifica (58/60), Liceo Scientifico Statale "Lorenzo Mascheroni", Bergamo;

-           1995: Laurea in Giurisprudenza (110/110), Università Cattolica di Milano. Tesi: I limiti etico-dogmatici della legittima difesa. Relatore: Prof. Mario Romano;

 

Posizioni attuali

 

-       2019-: Ricercatore confermato di DIRITTO PENALE (IUS/17), Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali dell'Università degli studi "G. d´Annunzio" di Chieti-Pescara;

-           2008-2019 : Ricercatore confermato di DIRITTO PENALE (IUS/17), Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università degli studi di Bergamo;

-           2005-2019 : Professore aggregato, Facoltà di Giurisprudenza (Dipartimento di Giurisprudenza), Università degli studi di Bergamo

 

Posizioni precedenti

 

-           2005-08: Ricercatore non confermato di DIRITTO PENALE (IUS/17), Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università degli studi di Bergamo;

-           2002-04: Professore a contratto, Facoltà di Economia, Università di Bergamo;

-           2001: esame di Avvocato, Corte d’Appello di Brescia (con il massimo punteggio nella Circoscrizione del Tribunale di Bergamo);

-           1998: Cultore della materia di Diritto penale dell’economia, Università degli Studi di Bergamo.

 

 

Formali attribuzioni di incarichi di insegnamento

 

a.a. 2020/2021:  Università degli studi "G. d´Annunzio" di Chieti-Pescara, Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali: affidamento dell’insegnamento di Diritto penale nell’ambito del Corso di laurea in Servizi Giuridici per l’Impresa (SEGI)

a.a. 2019/2020: Università degli studi "G. d´Annunzio" di Chieti-Pescara, Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali: affidamento dell’insegnamento di Diritto penale dell’economia nell’ambito del Corso di laurea in Servizi Giuridici per l’Impresa (SEGI)

 

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

 

a.a. 2018/2019: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento dell’insegnamento di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA E DEL LAVORO, nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale quinquennale in Giurisprudenza e laurea triennale in Diritto per l’impresa nazionale e internazionale.

 

a.a. 2017/2018: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento dell’insegnamento di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA E DEL LAVORO, nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale quinquennale in Giurisprudenza e laurea in OGI;

Università degli Studi di BRESCIA: incarico di insegnamento di 10 ore di lezione di Diritto penale modulo 10 (I delitti contro l’ambiente) nel Corso di Studio SSPL;

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2016/2017: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di CRIMINOLOGIA, nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale quinquennale in Giurisprudenza e di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA E DEL LAVORO, 3°anno della laurea in OGI;

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2015/2016: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE, nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale quinquennale in Giurisprudenza;

di DIRITTO PENALE DELL’IMPRESA, 4° anno del Corso di laurea magistrale in giurisprudenza; di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA E DEL LAVORO, 3°anno della laurea in OGI.

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2014/2015: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DELL’IMPRESA, 4° anno del Corso di laurea magistrale in giurisprudenza.

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2013/2014: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DELL’IMPRESA, 4° anno del Corso di laurea magistrale in giurisprudenza;

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2012/13: Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DELL’IMPRESA, 4° anno del Corso di laurea magistrale in giurisprudenza.

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2011/12: Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA E DEL LAVORO, 3°anno della laurea in OGI e 4° anno della laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo;

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2010/11: Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DEL LAVORO; di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA.

Docente nel Master di II livello di DIRITTO DELL’AMBIENTE, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo (area Protezione penale)

Docente nell’ambito del Master di I livello in “Management per le funzioni di coordinamento per le professioni sanitarie e dell’assistenza sociale”, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2009/10: : Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA;

di DIRITTO PENALE.

Docente nel Master di II livello di DIRITTO DELL’AMBIENTE, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo (area Protezione penale).

 

a.a. 2008/09: : Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA; di ORDINAMENTO GIUDIZIARIO ED ETICA DELLE PROFESSIONI LEGALI.

Docente nel Master di II livello di DIRITTO DELL’AMBIENTE, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo (aree Sicurezza del lavoro, Protezione penale).

 

a.a. 2007/08: Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DEL LAVORO e

DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA.

Docente nel Master di II livello di DIRITTO DELL’AMBIENTE, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo (aree Sicurezza del lavoro, Protezione penale).

 

a.a. 2006/07: : Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DEL LAVORO; di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA.

Docente nel Master di II livello di DIRITTO DELL’AMBIENTE, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo (area Protezione penale)

 

a.a. 2005/06: : Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DEL LAVORO; di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA; di SOCIOLOGIA DELLA DEVIANZA.

Docente nel Master di ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI – AREA DELLA PREVENZIONE, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bergamo.

 

a.a. 2004/05: : Università degli Studi di Bergamo, Facoltà di Giurisprudenza:  affidamento degli insegnamenti di DIRITTO PENALE DEL LAVORO (24 ore); di DIRITTO PENALE AMMINISTRATIVO (24 ore).

 

a.a. 2003/04: Docente a contratto di DIRITTO PENALE DEL LAVORO e di DIRITTO PENALE DELL’ECONOMIA, Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bergamo. 

 

a.a. 2002/03: Docente a contratto di DIRITTO PENALE DEL LAVORO (24 ore), Facoltà di Economia, Università degli Studi di Bergamo.

 

dall’a.a. 2006/07 fino ad oggi ha stabilmente ricevuto incarichi di docenza in DIRITTO PENALE presso la Scuola Forense istituita dal Dipartimento (già Facoltà) di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bergamo insieme a L’Ordine degli Avvocati della Provincia di Bergamo.

 

 

Aree di ricerca

 

La Tutela penale della sicurezza del lavoro, con speciale riferimento:

- alle malattie professionali di origine tumorale, in specie quelle asbesto correlate;

- alla causalità penale (secondo un approccio plurale volto ad aprire canali di dialogo tra le diverse discipline coinvolte nella definizione del relativo statuto, epistemologico e scientifico, prima ancora che giuridico);

- all’”irruzione” dell’imputazione dolosa nel settore (art. 437 e 575 c.p. contestato con dolo eventuale);

- alla disciplina della responsabilità degli enti collettivi dipendente dai delitti di Omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commessi con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

- la protezione del lavoratore dallo sfruttamento lavorativo.

Il Diritto penale dell’ambiente, con speciale riguardo:

- alla disciplina dei rifiuti (problema definitorio della nozione di rifiuto nel quadro degli interferenti rapporti fra ordinamento interno e ordinamento comunitario);

- al delitto di “attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti”;

- ai risvolti penalistici della disciplina sulla bonifica dei siti contaminati;

- alla organizzazione sistematica della materia alla luce dei più recenti interventi novellistici [L. n. 68/2015], degli indirizzi di politica criminale di origine comunitaria, dei risvolti dogmatici e delle implicazioni politico culturali e giudiziarie/applicative.

La depenalizzazione del diritto penale economico e l'utilizzo della categoria della (non)punibilità come fattore propulsore di condotte ripristinatorie post-factum.

La responsabilità da reato degli enti collettivi.

 

 

 

Pubblicazioni

 

- Monografie:

  1. DE SANTIS G., (2017). Il nuovo volto del diritto penale dell’ambiente, Dike Giuridica, Roma, ISBN: 978-8858206508
  2. DE SANTIS G (2012). Diritto penale dell'ambiente. Un'ipotesi sistematica. Milano: Giuffrè, ISBN: 88-14-17664-7
  3. DE SANTIS G. (2006). Gli effetti del tempo nel reato. Uno studio tra casistica e dogmatica. (vol. 1, pp. I-422). ISBN: 88-14-13245-3. MILANO: DOTT. A. GIUFFRE' EDITORE.
  4. DE SANTIS G., MASIA V. (2006). La tutela penale della sicurezza del lavoro. ISBN: 88-243-1633-6. NAPOLI: JOVENE (ITALY).
  5. DE SANTIS G. (2004). Sanzioni punitive e responsabilità degli enti intermedi nella tutela dell'erario e del lavoratore. (pp. 1-65). BERGAMO: Università degli Studi - Dipartimento di Scienze Giuridiche (ITALY).

 

- Curatele:

-      Giovanni De Santis (a cura di) (2020). Studi sul caporalato. Di autori vari. GIUSTIZIA PENALE ED ECONOMIA, TORINO: Giappichelli, ISBN: 9788892131712

-           DE SANTIS G., PUCELLA R. (2007). Il nesso di causalità. Profili giuridici e scientifici. (vol. 1, pp. VIII-284). ISBN: 978-88-13-28082-6. PADOVA: CEDAM.

 

- Articoli su rivista:

  1. De Santis, Giovanni (2020). LA NUOVA LEGITTIMA DIFESA INTRA MOENIA: UNA LETTURA. RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, 1, 355-375, ISSN: 0391-187X
  2. De Santis, Giovanni (2019). La violazione dei limiti di emissioni in atmosfera nella strettoia tra istantaneità e permanenza. LEXAMBIENTE, p. 69-82, ISSN: 2612-2103
  3. DE SANTIS, Giovanni (2018). Caporalato e sfruttamento di lavoro: politiche criminali in tema di protezione del lavoratore. Pregi e limiti dell'attuale disciplina. I parte. RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, vol. 83, p. 1759-1782, ISSN: 0391-187X
  4. DE SANTIS, Giovanni (2018). Caporalato e sfruttamento di lavoro: politiche criminali in tema di protezione del lavoratore. Pregi e limiti dell'attuale disciplina. II Parte. RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, p. 2055-2082, ISSN: 0391-187X
  5. DE SANTIS G (2015). La tutela penale dell'ambiente dopo la legge n. 68/2015: un percorso compiuto a metà? RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, p. 2075-2104, ISSN: 0391-187X
  6. DE SANTIS G (2015). IL DOLO EVENTUALE COME ADESIONE VOLONTARIA ALLA LESIONE DEL BENE: LE SS.UU. «THYSSEN» E IL COMMIATO DALLA FORMULA DELL’ACCETTAZIONE DEL RISCHIO. RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, p. 640-665, ISSN: 0391-187X
  7. DE SANTIS GIOVANNI (2013). Il decreto "Balduzzi" e la depenalizzazione della colpa lieve in ambito medico: molto rumore per nulla?. RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, p. 1357-1386, ISSN: 0391-187X
  8. DE SANTIS G (2012). LA TUTELA PENALE DELL’AMBIENTE DOPO IL D.LGS. N. 121/2011 DI ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2008/99/CE. RESPONSABILITÀ CIVILE E PREVIDENZA, p. 668-696, ISSN: 0391-187X
  9. DE SANTIS G (2012). Violazione della regola cautelare formalizzata e prevedibilità/evitabilità dell'evento alla luce di alcuni recenti arresti della IV Sezione penale della Suprema Corte di Cassazione. ARCHIVIO GIURIDICO DELLA CIRCOLAZIONE E DEI SINISTRI STRADALI, p. 105-117, ISSN: 0518-3510
  10. DE SANTIS G. (2011). Violazione della regola cautelare formalizzata e prevedibilità/evitabilità dell'evento alla luce di alcuni recenti arresti della IV Sezione penale della Suprema Corte di Cassazione. RIVISTA PENALE, p. 1104-1115, ISSN: 0035-7022
  11. DE SANTIS G. (2011). Disciplina penale dell'emergenza rifiuti in Campania. AMBIENTE & SVILUPPO, vol. 2; p. 116-121, ISSN: 1826-7939
  12. DE SANTIS G. (2010). Effetti penalistici del "correttivo" (d.lgs. n. 106/2009) al T.U.S. (d.lgs. n. 81/2008). RESPONSABILITA' CIVILE E PREVIDENZA, vol. 3; p. 703-728, ISSN: 0391-187X
  13. DE SANTIS G. (2010). Il regime della responsabilità penale in materia di sicurezza del lavoro dopo il "Correttivo" (d.lgs. 106/2009) al T.U.S. (d.lgs. 81/2008). LA RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETÀ E DEGLI ENTI, vol. 2,
  14. DE SANTIS G. (2009). Bonifica dei siti contaminati. Profili di responsabilità penale. II° parte. RESPONSABILITA' CIVILE E PREVIDENZA, vol. 9; p. 1727-1747, ISSN: 0391-187X
  15. DE SANTIS G. (2009). Bonifica dei siti contaminati. Profili di responsabilità penale. I° parte. RESPONSABILITA' CIVILE E PREVIDENZA, vol. 7/8; p. 1478-1497, ISSN: 0391-187X
  16. DE SANTIS G. (2008). Il delitto di "attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti" (art. 260 D.Lgs. 152/2006). RASSEGNA DELL'ARMA DEI CARABINIERI. vol. 3, pp. 61-97 ISSN: 0485-3997
  17. DE SANTIS G. (2008). La nozione di rifiuto nel diritto penale e il controllo di legittimità costituzionale delle norme nazionali “di favore” in contrasto con quelle comunitarie non auto-applicative. GIURISPRUDENZA ITALIANA. vol. 4, pp. 1042-1056 ISSN: 1125-3029.
  18. DE SANTIS G. (2008). Il delitto di “attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti” nel quadro della annunciata riforma dello statuto penale dell’ambiente. RESPONSABILITA' CIVILE E PREVIDENZA. vol. 4, pp. 756-784 ISSN: 0391-187X
  19. DE SANTIS G. (2008). Profili penalistici del regime normativo sulla sicurezza nei luoghi di lavoro introdotto dal d.lgs. n. 81/2008. RESPONSABILITA' CIVILE E PREVIDENZA. vol. 7-8, pp. 1680-1706 ISSN: 0391-187X.
  20. DE SANTIS G. (2000). Gli orientamenti della depenalizzazione in Italia dal 1965 in poi. Spunti per una ricerca tra dogmatica e politica criminale. Dalla realizzazione dell’offensività alla sua graduazione. Una guida (possibile) alle politiche di depenalizzazione. DEI DELITTI E DELLE PENE. vol. 3, pp. 113-137 ISSN: 1590-5837.

 

- Articoli su libro:

  1. Giovanni De Santis (2020). Caporalato e sfruttamento di lavoro. Storia e analisi della fattispecie delittuosa vigente. In: Studi sul caporalato. GIUSTIZIA PENALE ED ECONOMIA, p. 9-78, TORINO:Giappichelli, ISBN: 9788892131712
  2. DE SANTIS G (2012). La responsabilità da reato degli enti collettivi. In: TEDESCHI, MAZZONE, SANTONI, PETRAZZINI, CALLEGARI, CERRATO, CAVANNA, TAGLIARINI, DE SANTIS. TRATTATO DI DIRITTO PRIVATO diretto da Pietro Rescigno, vol. 16, IMPRESA E LAVORO, Tomo 4. p. 601-670, TORINO:UTET, ISBN: 978-88-598-0759-9
  3. DE SANTIS G (2011). La tutela penale degli appalti: la mappa degli interessi protetti, i delitti di concussione, corruzione e abuso d’ufficio e la responsabilità degli enti collettivi. In: AA.VV.. I contratti pubblici tra principi nazionali e vincoli sovranazionali. Mercato, ambiente, responsabilità. p. 481-568, MILANO:Giuffrè, ISBN: 88-14-17395-8
  4. DE SANTIS G. (2007). La causalità penale al cospetto della scienza: morte e palingenesi di un dogma. In: DE SANTIS G., PUCELLA R. Il nesso di causalità. Profili giuridici e scientifici. (pp. 23-92). ISBN: 978-88-13-28082-6. PADOVA: CEDAM (ITALY).
  5. DE SANTIS G. (2006). Definizione e accertamento processuale della causalità omissiva dopo le SS.UU. "Franzese" (Sez. un., 10 luglio-11 settembre 2002, n. 30328). In: AA.VV., A CURA DI F. TAGLIARINI. Le riforme contemporanee del diritto penale e processuale penale in Europa e in Italia. (pp. 123-153). ISBN: 88-243-1660-3. NAPOLI: Jovene (ITALY).
  6. DE SANTIS G. (2006). La riforma dell'istituto della legittima difesa. L'attualità del pericolo, la legittima difesa putativa e la difesa del provocatore. In: AA.VV., A CURA DI FRANCESCO TAGLIARINI. Le riforme contemporanee del diritto penale e processuale penale in Europa e in Italia. (pp. 183-196). ISBN: 88-243-1660-3. NAPOLI: JOVENE (ITALY).
  7. DE SANTIS G. (1999). Il giustificato motivo nella divulgazione di notizie sociali riservate e nella normativa anti-insider trading. In: AA.VV. Quaderni del Dipartimento di Scienze Giuridiche della Università degli Studi di Bergamo, n. 8. (pp. 23-38).

 

 

- Altri scritti:

-           DE SANTIS G., (2009). Dolo e tutela della sicurezza del lavoro. In: Il Giornale della Polizia Locale, nr. 8, pagg. 13-17.

 

Organizzazione o partecipazione come relatore a convegni di carattere scientifico in Italia o all'estero

-           14-15 ottobre 2005: “Giornate Italo-Croate di Diritto e Procedura penale”. Università degli Studi di Bergamo-Università di Rijeka-Fiume (Pravni fakultet). Relazione: Definizione e accertamento processuale della causalità omissiva dopo le SS.UU. “Franzese”.

dal 14-10-2005 al 15-10-2005

-           3 marzo 2006: Facoltà di Giurisprudenza di Bergamo: “La riforma della legittima difesa”. Relazione: La riforma dell’istituto della legittima difesa. L’attualità del pericolo, la legittima difesa putativa e la difesa del provocatore.

dal 03-03-2006 al 03-03-2006

18 maggio 2007, organizzazione del Convegno di studi “Problemi giuridici e scientifici della causalità”, della Facoltà di Giurisprudenza e del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli studi di Bergamo. Relatori: Prof. Maria Carla Galavotti (Ordinario di Epistemologia - Università di Bologna); Prof. aggr. Giovanni De Santis (Ricercatore di Diritto penale - Università di Bergamo); Prof. Roberto Pucella (Associato di Diritto civile - Università di Bergamo); Dott. Alessandro Marinaccio (Responsabile del Registro nazionale dei Mesoteliomi -ISPESL – Roma); Prof. Daniele Rodriguez (Ordinario di Medicina legale - Università di Padova); Prof. Angelo Terranova (Ordinario di Costruzione di Macchine - Politecnico di Milano); Dott. Vittorio Masìa (Giudice presso il Tribunale penale di Bergamo); Prof. aggr. Persio Tincani (Ricercatore di Filosofia del diritto - Università di Bergamo).

dal 18-05-2007 al 18-05-2007

 

-           18 maggio 2007, Convegno di studi “Problemi giuridici e scientifici della causalità”, della Facoltà di Giurisprudenza e del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli studi di Bergamo. Relazione: "Causalità penale, fra scienza e diritto"

dal 18-05-2007 al 18-05-2007

30 maggio 2008:

-           Giornata di studi dedicata al tema “Infortuni sul lavoro e solidarietà sociale”, organizzata dalla Associazione Nazionale Magistrati (Sottosezione di Bergamo). Relazione: Profili penalistici del regime normativo sulla sicurezza nei luoghi di lavoro introdotto dal D.Lgs. n. 81 del 2008.

dal 30-05-2008 al 30-05-2008

6 maggio 2009:

-           Convegno di studi sul tema del divieto di ricostituzione del partito fascista nei suoi profili costituzionali e penali, organizzato dalla Questura di Bergamo, presso la propria sede, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze giuridiche dell'Università degli Studi di Bergamo. Relazione: La repressione penale del neofascismo e della propaganda di idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico nell'ordinamento penale italiano. Limiti, efficacia e tendenze di politica criminale.

dal 06-05-2009 al 06-05-2009

 

-           11 novembre 2009: Ecomafia 2009. I numeri e le storie della criminalità ambientale. Incontro organizzato da Legambiente e da LIBERA con il patrocinio delle Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’Università di Bergamo, presso l’Università degli Studi di Bergamo. Intervento: I modelli di tutela penale dell’ambiente. Quadro vigente, comparazione e prospettive di riforma. dal 11-11-2009 al 11-11-2009

-           26 novembre 2009: Convegno con valore formativo, organizzato dal CSM, su “Profili penalistici della recente riforma al d.lgs. n. 81/2008 (TUS) introdotta con il d.lgs. n. 106/2009”. Brescia. Palazzo di Giustizia. Relatori: Prof. avv. Giovanni De Santis, titolare della cattedra di diritto penale del lavoro nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Bergamo; Cons. Raffaele Guariniello, Procuratore Agg. della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Torino. Relazione: Il regime della responsabilità penale in materia di sicurezza del lavoro dopo il “Correttivo” (d.lgs. 106/2009) al T.U.S. (d.lgs. 81/2008). dal 26-11-2009 al 26-11-2009

-          

24 settembre 2010: Bergamo, via S. Francesco d’Assisi n. 8 (presso sala Traini); Consiglio Superiore della Magistratura-Ufficio dei Referenti per la Formazione Decentrata-Distretto di Brescia- Settore Penale in collaborazione con l’Associazione Provinciale Forense e con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bergamo. Incontro su: Responsabilità amministrativa d’impresa e nuove prospettive. Relazione: La responsabilità da reato degli enti collettivi. Inquadramento storico-sistematico, profili di comparazione e questioni applicative.

dal 24-09-2010 al 24-09-2010

 

-           25 novembre 2011: Bergamo, Collegio Vescovile S. Alessandro, via Garibaldi, 3. Convegno-incontro formativo della Camera penale della Lombardia orientale – Sezione di Bergamo sulla Tutela penale dell’ambiente dopo l’attuazione della Direttiva 2008/99 CE. Relazione: Il sistema della tutela penale dell’ambiente dopo i decreti legislativi n. 205 del 2010 e n. 121 del 2011.

dal 25-11-2011 al 25-11-2011

 

-           4 dicembre 2014, Scuola superiore di Studi giuridici dell'Università di Bologna, Seminario sulla Responsabilità penale del sanitario, Relazione su La responsabilità colposa del medico dopo il 'decreto Balduzzi'

dal 04-12-2014 al 04-12-2014

-          

22 aprile 2015, sala conferenze fondazione Serughetti centro studi La Porta, Bergamo, La legislazione ai tempi delle ecomafie, Relazione sullo stato della legislazione in materia di tutela penale dell'ambiente

dal 22-04-2015 al 22-04-2015

-          

13 ottobre 2015, Università di Bergamo, Sala Conferenze S. Agostino, Convegno "Quale tutela penale per l'ambiente dopo la legge n. 68 del 2015?", Relazione introduttiva sulla struttura della riforma e criticità

dal 13-10-2015 al 13-10-2015

 

-           13 ottobre 2015, organizzazione Convegno di studi "Quale tutela penale per l'ambiente dopo la Legge n. 68 del 2015?", del Dipartimenti di Giurisprudenza dell'Università di Bergamo. Relatori: Prof. aggr. Giovanni de Santis (Docente di Diritto penale dell'impresa nell'Università di Bergamo); Dott. Luca Ramacci (Consigliere della III Sez. penale della Corte di Cassazione); Prof. Gaetano Insolera (Ordinario di Diritto penale nell'Università di Bologna); Dott. Roberto Pellicano (Sostituto procuratore della repubblica di Milano); Prof.ssa aggr. Daniela D'Adamo (Docente di Diritto processuale civile avanzato nell'Università di Bergamo).

dal 13-10-2015 al 13-10-2015

-          

20 novembre 2015, Università di Trieste, Aula Magna, Convegno su "La nuova legge sugli ecoreati e il disastro ambientale", Relazione: "Luci e ombre nel testo della legge 68/2015"

dal 20-11-2015 al 20-11-2015

17 dicembre 2015, Università di Bologna, Scuola superiore di Studi giuridici, via Belmeloro 12, Seminario sulle novità penalistiche del 2015 in materia economica. Relazione sulla legge n. 68/2015.

dal 17-12-2015 al 17-12-2015

22 aprile 2016, Università di Udine, Convegno "Diritto penale, impresa e sicurezza", Relazione: "Ambiente e diritto penale dopo la legge n. 68/2015"

dal 22-04-2016 al 22-04-2016

-           13 maggio 2016, Università di Bologna, Scuola Superiore di Studi giuridici - Struttura didattica territoriale del Distretto di Bologna per la Scuola Superiore della Magistratura, Relazione sulla nuova tutela penale dell'ambiente: la fattispecie di inquinamento ambientale dell'art. 452 bis c.p. dal 13-05-2016 al 13-05-2016

-           24 giugno 2016, Università di Bologna, Scuola Superiore di Studi giuridici - Struttura didattica territoriale del Distretto di Bologna per la Scuola Superiore della Magistratura, Relazione sulla nuova tutela penale dell'ambiente: il disastro ambientale ex art. 452 quater c.p.

dal 24-06-2016 al 24-06-2016

-           16 dicembre 2016, Relatore al Convegno annuale dell’Associazione Avvocati Amministrativisti del Friuli Venezia Giulia, Sala della CCIAA, Trieste, Piazza della Borsa, sulla Tutela dei beni comuni e la nuova disciplina degli eco-reati

dal 16-12-2016 al 16-12-2016

-           22-25 maggio 2020: Università “D’Annunzio” di Chieti-Pescara [Scuola delle Scienze Economiche Aziendali Giuridiche e Sociologiche]: organizzazione di un ciclo di Seminari su “Covid 19 e Responsabilità penali individuali e collettive d’impresa”. Relatore nel primo incontro seminariale del 22 maggio su “L’impianto generale della disciplina “231””

 

Direzione o partecipazione alle attività di un gruppo di ricerca caratterizzato da collaborazioni a livello nazionale o internazionale

 

-           1999-00: Ricercatore nell’ambito del progetto CNR su La frontiera mobile della penalità nei sistemi di controllo sociale nella seconda metà del ventesimo secolo, diretta da Alessandro Baratta e Massimo Pavarini (Unità operativa 2: La selettività del sistema penale, Responsabilità scientifico prof. Francesco Tagliarini, Università di Bergamo). I risultati della ricerca sono stati esposti nell'incontro seminariale "Sistema delle pene e depenalizzazione in Italia: 1965-1999", nella Relazione intitolata "Gli orientamenti della depenalizzazione in Italia dal 1965 in poi. Spunti per una ricerca tra dogmatica e politica criminale. Dalla realizzazione dell'offensività alla sua graduazione. Una guida (possibile) alle politiche di depenalizzazione", tenutosi presso l'Università di Bologna il 16 giugno del 2000 e promosso dall'unità operativa n. 1, Ciclo socio-economico e vocabolario punitivo (responsabile scientifico prof. Massimo Pavarini, Università di Bologna) in collaborazione con l'unità operativa n. 2 (responsabile scientifico prof. Francesco Tagliarini, Università di Bergamo), e pubblicati nella Rivista "Dei delitti e delle pene", n. 3/2000, ESI, Napoli, 113 ss. dal 01-01-1999 al 31-12-2000

 

-           2017/2018. Direttore di un gruppo di ricerca caratterizzato da collaborazioni a livello nazionale nell'ambito di un progetto affidato e finanziato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Bergamo. Titolo della ricerca: “L’ultima frontiera della tutela della sicurezza del lavoro e ambientale: la responsabilità degli enti collettivi e la disciplina penale in materia di intermediazione della manodopera”.

COLLABORATORI ALLA RICERCA: Dott. Stefano Corso, Dottore di ricerca e titolare d’incarico di attività didattica integrativa in Diritto penale dell’economia e del lavoro, Università di Bergamo; Prof. Piermaria Corso, Ordinario di diritto processuale penale, Università degli Studi di Milano; Prof. Giuseppe Bellantoni, Ordinario di diritto processuale penale, Università “Magna Graecia” di Catanzaro; Dott. Santi Cutruneo, Magistrato, Università “Magna Graecia” di Catanzaro; Dott. Marco Grande, Dottore di ricerca, Università “Magna Graecia” di Catanzaro; Prof. Sergio Lorusso, Ordinario di diritto processuale penale, Università di Foggia; Dott. ssa Francesca Delvecchio, Dottore di ricerca, Università di Foggia; Dott. Wanda Nocerino, Borsista, Università di Foggia.

dal 01-01-2017 a oggi

Responsabilita' di studi e ricerche scientifiche affidati da qualificate istituzioni pubbliche o private

2005/2006. Responsabile di una ricerca scientifica intitolata "La più recente evoluzione della legislazione europea nel settore del diritto penale sostanziale", affidata e finanziata dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell'Università degli Studi di Bergamo.

dal 01-02-2005 al 31-01-2006

2008/2009. Responsabile di una ricerca scientifica intitolata "La tutela penale dell'ambiente: disciplina attuale e prospettive di riforma" affidata e finanziata dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell'Università degli Studi di Bergamo.

dal 01-01-2008 al 31-12-2009

2010/2011. Responsabile di una ricerca scientifica intitolata "Colpevolezza, responsabilità degli enti collettivi e tutela di nuovi interessi" affidata e finanziata dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell'Università degli Studi di Bergamo.

dal 01-01-2010 al 31-12-2011

2013/2014. Responsabile di una ricerca scientifica intitolata "Il diritto penale dell'impresa. Formazione storica, estensione attuale e dimensione criminologica", affidata e finanziata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Bergamo.

dal 01-01-2013 al 31-01-2014

 

2015/2016. Responsabile di una ricerca scientifica intitolata "Economia e diritto penale: una comparazione italo-spagnola", affidata e finanziata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Bergamo.

dal 01-01-2015 a oggi

 

2017/2018. Direttore di un gruppo di ricerca caratterizzato da collaborazioni a livello nazionale nell'ambito di un progetto affidato e finanziato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Bergamo. Titolo della ricerca: “L’ultima frontiera della tutela della sicurezza del lavoro e ambientale: la responsabilità degli enti collettivi e la disciplina penale in materia di intermediazione della manodopera”.

COLLABORATORI ALLA RICERCA: Dott. Stefano Corso, Dottore di ricerca e titolare d’incarico di attività didattica integrativa in Diritto penale dell’economia e del lavoro, Università di Bergamo; Prof. Piermaria Corso, Ordinario di diritto processuale penale, Università degli Studi di Milano; Prof. Giuseppe Bellantoni, Ordinario di diritto processuale penale, Università “Magna Graecia” di Catanzaro; Dott. Santi Cutruneo, Magistrato, Università “Magna Graecia” di Catanzaro; Dott. Marco Grande, Dottore di ricerca, Università “Magna Graecia” di Catanzaro; Prof. Sergio Lorusso, Ordinario di diritto processuale penale, Università di Foggia; Dott. ssa Francesca Delvecchio, Dottore di ricerca, Università di Foggia; Dott. Wanda Nocerino, Borsista, Università di Foggia.

dal 01-01-2017 a oggi

 

 

 

Direzione o partecipazione a comitati editoriali di riviste, collane editoriali, enciclopedie e trattati di riconosciuto prestigio:

 

- Membro del comitato editoriale della Rivista "Archivio della nuova procedura penale" [edita da La Tribuna, Piacenza. Direttore scientifico: prof. Piermaria Corso]

dal 01-01-2017 a oggi

- Membro del comitato scientifico della Rivista trimestrale di Diritto Penale dell'Ambiente (diretta da Carlo Ruga Riva e Luca Ramacci)

 

Attività di ricerca presso qualificati atenei e istituti di ricerca esteri o sovranazionali

 

Maggio 2010: su invito del Prof. Jacques-Henri Robert, Professore emerito di Droit pénal des affaires nell’Università Panthéon-Assas di Parigi, ha svolto, presso l’Institut de criminologie de Paris (ICP), ricerche sulla Responsabilité de la personne morale.

dal 20-05-2010 al 31-05-2010

Settembre 2011: su invito del compianto Prof. Berislav Pavisic, dell’Università di Rijeka (Croazia), ha svolto ricerche presso l’Institute of Criminal Sciences Moscenice della Facoltà di Giurisprudenza (Pravni fakultet) dell’Università di Rijeka (Fiume).

dal 10-09-2011 al 20-09-2011

 

Dicembre 2014, su invito del professor Jose Ulises Hernandez Plasensia, Titolare di Derecho Penal nell'Università de La Laguna (Tenerife, Spagna), ha trascorso ivi un periodo di ricerca sul tema 'Dolo eventual y culpa consciente'

dal 06-12-2014 al 22-12-2014

 

 

 

Attività istituzionali

 

-           2016-2019 Membro della Giunta del Centro Studi sul territorio (CST) dell’Università degli Studi di Bergamo

-           2012-2017 Membro della Giunta di Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bergamo

-           2010-2015: Membro della Commissione Relazioni Internazionali d’Ateneo

-           2008-2019: Componente della Commissione Rapporti Internazionali della Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bergamo

-           2009/12: Rappresentante dei ricercatori dell’area giuridica nel Senato Accademico Integrato, Università degli Studi di Bergamo

-           2005/09: Rappresentante dei ricercatori dell’area giuridica nel Senato Accademico Integrato, Università degli Studi di Bergamo

Nel periodo didattico di competenza dopo le lezioni.

Fuori dal periodo didattico di competenza previo appuntamento via e mail all'indirizzo giovanni.desantis@unich.it oppure avv.giovannidesantis@gmail.com   



Avvisi

Nessun avviso in evidenza

Scopri cosa vuol dire essere dell'Ud'A

SEDE DI CHIETI
Via dei Vestini,31
Centralino 0871.3551

SEDE DI PESCARA
Viale Pindaro,42
Centralino 085.45371

email: info@unich.it
PEC: ateneo@pec.unich.it
Partita IVA 01335970693

icona Facebook   icona Twitter

icona Youtube   icona Instagram